lunedì 27 settembre 2010

Pupy y los que son son - Timba: the new generation of latin music (2001)



Dopo trent'anni di carrier piena di successi con Juan Formell e l'orchestra Los Van Van, Cesar Mercedes Pedroso Fernandez, conosciuto da tutti come Pupy, decide di formare una propria orchestra. Questo disco è stato realizzato quando Pupy era ancora stabilmente membro dei Los Van Van, e risulta essere una all stars sessions in cui il sempre ispirato pianista Habanero vuole trasmettere al pubblico la sua idea di timba. Il proposito riesce alla perfezione e il titolo del disco definisce perfettamente la musica che contiene. Pupy realizza, supportato dai migliori musicisti sulla piazza, nove splenditi temi che resteranno nella memoria e nel gusto di tutti gli amanti della musica latina. Pupy marca una linea di non ritorno, e dopo questo disco, che sarà pubblicato qualche anni dopo, fonda i Los Que Son Son, con la quale avrà grandi soddisfazioni ed ancora oggi è sulla cresta dell'onda.

Al disco hanno partecipato molti membri dei Los Van Van ed altri musicisti che entreranno poi a far parte dell'orchestra Los Que Son Son:

Cristina Azcuy Garcia, Donaldo Flores, Tirso Duarte, Sixto, Jesus Bello, José "Pepito" Gomez: voci soliste
Jorge Leliebre, Angel Bonne, José "Pepito" Gomez: cori
Cesar "Pupy" Pedroso: piano e direzione
Hugo Sanchez: Trombone
Julio Padron, Basilio Marquez: Trombette
Gerardo Miro, Julian Corrales, Pedro Fajardo, Ronny Cabarocas: violini
Boris Luna: tastiere
Adalberto Avila (Candelita): basso
Jorge Baklan: batteria
José Luis Quintana (Changuito): timbales
José Lopez (Panga): Congas
Julio Zaldivar (Perchero): Percussioni
Victor Herrera (Pasito): Guiro


I brani dell'album sono:

01 - La voluminosa
02 - El vecino se mudó
03 - Que cosas tiene la vida
04 - El gato no araña
05 - Juegala
06 - Te molesta que sea feliz
07 - Las mujeres son
08 - Mamita pórtate bien
09 - Vamos a gozar hasta fuera

sabato 25 settembre 2010

Manolito y su Trabuco - Beat cubano (2010)

Non tutti i giorni esce un nuovo album cubano o latino, quindi ho deciso di postare alcuni degli album usciti in questo 2010, prima che nascesse il blog. Voglio iniziare con Manolito Simonet che in quest'anno ha rilasciato due dischi. Il primo si intitola "Beat cubano" ed è puro latin jazz, magari non è al livello di altri suoi connazionali che spopolano in questo genere, ma è sempre da applaudire quando un artista di musica popolare si dedica alla musica cosiddetta colta e di nicchia.



venerdì 24 settembre 2010

Chucho Valdes & The Afro-cuban Messengers - Chucho's Steps (2010)



Il grande pianista di jazz cubano Chucho Valdes si lancia a 69 alla testa di un nuovo gruppo, gli Afro-Cuban Messengers, con il quale l'ex leader dell'indimenticabile gruppo Irakere pubblica “Chucho’s Steps”, il suo primo disco con una band dal 2003.
Chucho spiega che il nome del nuovo gruppo è un tributo ai Jazz Messengers, del batterista nordamericano Art Blakey, secondo lui il primo ad influenzarlo musicalmente, insieme al pianista dello stesso gruppo Horace Silver.
Chucho Valdes è reduce dal Grammy nella categoria di Miglior Album di Jazz Latino del 2009, con il disco pubblicato con il padre, il grande bassista Bebo Valdes, "Juntos para siempre" del 2009.
Chucho Valdes fondò nel 1967 la Orquesta Cubana de Musica Moderna e nel 1973 il gruppo Irakere, la punta di diamante del jazz cubano per oltre un quarto di secolo, con la sua mescola di jazz contemporaneo e ritmi afro-yoruba.
Da molti considerato il creatore del jazz cubano, Chucho rifiuta questa tesi, ritenendo che a portare il jazz sull'isola sono stati il trombettista Mario Bauzà, Dizzy Gillespie e il percussionista Chano Pozo.


Lui solamente incorporò la percussione batà e altri strumenti rituali dei riti de la ocha, ed infatti il suo primo successo internazionale e tra le opere più rappresentative l'album "Misa negra".
In questo nuovo album Chucho viaggia con il suo stile vertiginoso ed una bella complessità tra le diverse forme del jazz contemporaneo: hard bop, free jazz, jazz modale, su di un affascinante tappeto di percussioni.
L'obiettivo del disco è quello di aprire nuove strade per lo sviluppo della musica afrocubana ed allo stesso tempo rendere omaggio ad alcuni dei grandi musicisti jazz, segnalando di aver incorporato un tamburo batà, una trombetta ed un sax, nello stile di Art Blakey.
Emblematico è il primo brano "Las dos caras (Both Sides)", nel quale rende omaggio al jazz tradizionale nordamericano e afrocubano, intersecando i due stili in uno solo unico e personale. Mentre nel brano "Yansa" esprime tutta la forza esplosiva che rappresenta quest'orisha, una forza della natura come lo è anche Chucho.
Dopo lo scioglimento di Irakere, nel quale erano passati artisti del calibro di Arturo Sandoval e Paquito D'Rivera, Chucho Valdes si dedica alla carriera solista e negli anni novanta esplorò le possibilità dei duo, presentandosi con alcuni dei più grandi musicisti del mondo: suo padre Bebo, Herbie Hancock, Michel Legrand e Michel Camilo, oltre ad aver accompagnato Charles Aznavour e Concha Buika.


Musicisti:

Chucho Valdés: piano;
Carlos Manuel Miyares Hernández: sassofono tenore;
Reinaldo Melián Álvarez: trombetta;
Lázaro Rivero Alarcón: basso;
Juan Carlos Rojas Castro: batteria;
Yaroldy Abreu Robles: percussione;
Dreiser Durruthy Bambolé; percussioni batá e voce;
Mayra Caridad Valdés: voce.


I temi del disco sono:

01 - Las dos caras (Both Sides)
02 - Danzón
03 - Zawinul's Mambo
04 - Begin To Be Good
05 - New Orleans
06 - Yansá
07 - Julián
08 - Chucho's steps


Per gli amanti del jazz, del latin jazz, e della buona musica è un disco imperdibile, COSTI LO CHE COSTI (CUESTE LO QUE CUESTE)!!!

Adalberto Alvarez y Son 14 - Son como son (1981)





Dopo due anni dal successo di "A Bayamo en coche", Son 14 con Adalberto Alvarez rilasciano un secondo disco intitolato "Son como son", che vede ancora una volta Adalberto leader e guida della band. I temi ancora una volta sono quasi tutti scritti da lui, mentre tutti sono stati da lui arrangiati. Alla voce solista abbiamo Felix Baloy in "Ay papacito" e "Será porque soy candela". Il tema più rilevante è "Son para un sonero".


Formazione:

basso: Jorge Machado
bongó: Guillermo Viera
congas: Ubaldo Canes
chitarra: Efisio Barroso
piano: Adalberto Alvarez
trombone: Lázaro Rosabal
trombette: Dagoberto Rodríguez, Eduardo Sánchez, Guillermo Fernández, José Fernández
voce: Daniel Cormenate, Eduardo "Tiburón" Morales, Félix Valoy, Héctor Wedderbron


I temi del disco sono:

01 - Cuestiones del amor
02 - Si yo siempre he sido son
03 - Son para un sonero
04 - La soledad es mala consejero
05 - Ay papacito
06 - Eso me conviene
07 - Sobre un tema triste
08 - Será porque soy candela

Adalberto Alvarez y Son 14 - A Bayamo en coche (1979)


opo le prime esperienze con la grande orchestra Rumbavana, con la quale Adalberto
scrive temi rilevanti, tra i quali ricordiamo "El son de Adalberto" tra le altre,
il giovane musicista camagueyano s'incorpora alla giovane orchestra di Santiago de
Cuba, Son 14, diventandone subito leader e compositore principale. Nel periodo di
4 anni (dal 1979 al 1983) trascorsi con Son 14, vengono prodotti due dischi. Il
primo esce nel 1979 ed è intitolato "A Bayamo en coche". Tutti i temi sono scritti
ed arrangiati da Adalberto, tranne "Calle enramada" e "Elena la cumbanchera"
scritte rispettivamente da Pedro Gomez e Gerardo Martinez.
Il disco porta l'orchestra alla ribalta nazionale, con temi come "A Bayamo en
coche" e "El son de la mandrugada", che negli anni a venire verranno riproposti da
Adalberto altre volte e che tuttora sono attuali e ballabili in qualunque serata
sia a Cuba che all'estero.


I temi del disco sono:

01 - A bayamo en coche
02 - El son de la madrugada
03 - Se fue mi amor y no lo vi partir
04 - Calle enramada
05 - Elena la cumbanchera
06 - Se quema la trocha
07 - Tal vez vuelvas a llamarme
08 - Gimen las rosas por una triste ilusión
09 - Vamos, háblame ahora

giovedì 23 settembre 2010

Adalberto Alvarez - Suena cubano (2001)



Nel 2001 Adalberto porta nella sua orchestra il brillante pianista di timba Roberto Linares, fino ad allora membro di Azucar Negra. In quest'album suona la tastiera e contribuisce a diversi arrangiamenti. Onnipresente Joaquin Betancourt sia come arrangiatore che come co-produttore. Adalberto, dopo il grande successo di "Jugando con candela" si ripete con un altro grande album. "Si no fuera por la mujeres" è brillantemente arrangiata da Linares ed ottiene un grande successo negli anni a venire, memorabili anche "Dejame llorar" e "Cuentas verde y amarillas", arrangiate da Betancourt e cantate insieme alla prima da José Pelayo.
Come cantante c'è anche Donaldo Flores che canta il miglio tema del disco, "Somos el son de Cuba", altro tema che resterà nella storia e che ha avuto un grandissimo successo all'estero. Flores insieme a Pelayo cantano "Cuatro sones de Adalberto", un popurrit i vecchi son di Adalberto con Son 14.
Con questo disco che ripete il successo del precedente Adalberto viene consacrato dalla critica internazionale come il miglior compositore ed orchestratore e la sua orchestra la migliore di questo genere nel mondo.


I temi del disco sono:

01 - Si no fuera por las mujeres
02 - Mi tumbao
03 - Buena pero no es pa' tanto
04 - Hablando como extranjero
05 - Déjame llorar
06 - Caprichosa
07 - Cuentas verdes y amarillas
08 - Amor a primera vista
09 - Cuarto sones de Adalberto
10 - Somos el Son de Cuba
11 - La Cleptómana (lento)

Adalberto Alvarez - Jugando con candela (1999)

Come abbiamo già detto, non tutti i giorni escono nuovi album, e quindi periodicamente cercheremo di pubblicare le recensioni di vecchi grandi album che hanno fatto la storia della musica cubana, senza nessun ordine di merito o di valore, ma solo in base al tempo a disposizione. Iniziamo con due dischi di Adalberto Alvarez, considerati forse i due più belli del cosiddetto "Caballero del son".


Jugando con candela (1999)

Da molti è considerato il più aggressivo album di Adalbero, ma allo stesso tempo anche uno dei più melodici. Alla voce si riconosce il giovane Aramis Galindo, prima di iniziare una brillante carriera da solista con una orchestra tutta sua.
I temi sono quasi tutti di una bellezza unica e trasmettono l'essenza della musica cubana ballabile dei primi anni novanta, prima dell'esplosione della timba, ma nel quale si riconoscono alcuni elementi poliritmici che ritroveremo in altri più avanti. "Una mulata en La Habana", "Verdaderos soneros", "Mientes" e "Conocela bien primero" sono state arrangiate da Joaquin Betancourt. Il tema "A bailar el toca toca" diventerà un vero tormentone nella Cuba di quegli anni ed è uno dei temi più conosciuti di sempre dalla gente della strada, insiema a "Si no vas a cocinar", forse il tema più bello, sono state scritte da Dayan Rivera.
Il violino nel lento "Te equivocaste" è quello di Enrique Alvarez, che tanto sta facendo parlare di lui con la sua orchestra Charanga Latina, mentre la tromba di "Una mulata en La Habana" è quella del giovane Alexander Abreu, qualcuno forse lo conosce???


Formazione:

Adalberto Alvarez - cori
Roberto Arrechea, Alberto Guerrero - trombette
Amaury Pérez, Jorge O. Pérez Faez - tromboni
Eduardo Carranzana - congas e güiro
Osmil Vera - bongó
Luis Alvarez -timbales
Rigoberto López - basso
Dayán Rivera - tastiera
Yanithza Alvarez - tastiera
Dorgeris Alvarez - Piano e cori
Aramís Galindo - voce principale
Juan J. Hernández, Lionel Aleaga – cori


I temi del disco sono:

01 - Una Mulata En La Habana
02 - Estás Como Villegas
03 - A Bailar El Toca Toca
04 - No Llores Más Por El (lento)
05 - Si No Vas A Cocinar Tunturuntun
06 - Y No Me Da La Cuenta
07 - Verdaderos Soneros
08 - Te Equivocaste (lento)
09 - Mientes
10 - Conócela Bien Primero (911)
11 - Solamente Tú

Enrique Alvarez y su Charanga Latina - Diviertase charangueando (2010)


Enrique Alvarez e la sua orchestra Charanga Latina hanno rilasciato un nuovo album dopo il grande successo del disco "Brujeria" uscito nel 2009. Vincitore del Gran Premio e del Premio della Popolarità nel Concorso Adolfo Guzmán 2002, Enrique proviene da una famiglia di grandi musicisti ed è diplomato in Viola presso Escuela Nacional de Arte dell'Avana. Nella sua carriera è stato primo violino in numerose orchestre, tra le quali la Orquesta Sinfónica Nacional de Cuba.
Nel 1992 fonda la Charanga Latina in modo da poter esprimere le proprie sonorità con una formazione di tipo charanguera.
Insieme a Barbarito Diez e Tito Gómez ha realizzato tournee in tutto il sud america, collaborando con artisti quali Wilfrido Vargas, Alfredo la Fé, Enrique "Culebra" Iriarte, Oscar De Léon, Federico Brito, Papo Luca, Argenta Carrullo e Andy Montañés.
Charanga Latina è composta da 8 giovani talenti e il ritmo particolare del maestro ha conquistato il cuore di moltissimi amanti di questo genere in mezzo mondo.

I temi del disco sono:

1. La Fan Enamorada
2. Quién Se Cree
3. El Chino
4. Lo Baila Cualquiera
5. Mala Paga
6. Falta De Concepto
7. Alegria y Harmonia
8. La Vida Loca
9. Lluvia Al Amor

mercoledì 22 settembre 2010

Interactivo - Goza pepillo (2006)


Dopo l'album uscito quest'anno ho voluto riproporre il primo disco di questo strepitoso gruppo.

Era il 2003 ed un gruppo di giovani musicisti decidono di unirsi in una band che
rivoluzionò lo scenario musicale dell'isola. Interactivo nasce grazie a Roberto
Carcasses, fondatore del mitico "Estado de animo" degli anni 90 e figlio del
grande Bobby Carcasses, che riunisce alcuni suoi amici, giovani stelle, ed
iniziare una strepitosa carriera musicale.
Capeggiati dal giovane piansita Carcasses, Ruy López Nussa alla batteria ed Elmer
Ferrer alla chitarra elettrica, oltre a Yusa al basso, oggi punto di riferimento a
livello mondiale per quanto riguarda questo strumento, erano già stati insieme nel
gruppo "Estado de animo". Julio Padron, ex trombettista di Irakere, insiema a
Carlos Sarduy e Roberto Martinez, giovani promesse del Festival Jojazz, formano la
linea dei fiati. Alla voce la freschezza di Telmary Díaz (ex Free Hole Negro) e le
improvvisazioni di Francis del Río.
Insieme, questi musicisti, iniziano a navigare in acque sconosciute della musica
cubana, ai margini del fenomeno Buena Vista Social Club, che ancora stava
ravvivando la nostalgia degli anni 50.
Interactivo è musica cubana fatta da una nuova generazione che si alimentava dei
predecessori, dalla vecchia trova santiaguera fino al più contemporaneo Irakere,
sommando al jazz, l'hip hop, funk, rock, timba e rockason.
Interactivo è una fucina di nuovi talenti, una band che non avrà mai la stessa
formazione, che non avrà mai lo stesso stile. Cosi hanno fatto parte della band il
cantautore brasiliano Lenine, il bassista Decemer Bueno (cofondatore di Yerba
Buena), Kelvis Ochoa (ex Habana Abierta), Oliver Valdés alla batteria, Santiago
Feliú, William Vivanco, ecc.
Nel 2006 e dopo molti concerti, Interactivo lancia il suo primo disco, "Goza
pepillo", che raccoglie tutto ciò che era stato prodotto fino ad allora dai suoi
integranti. Lo stesso anno il disco vince il Gran Premio del Cubadisco 2006, a
parimerito con "Cancionero Cubano" del grande Chucho Valdés.

I temi del disco sono:

1. Palabrara
2. Ce-Lame Como Aye
3. Cafe
4. No Money
5. Pa'que Enamore (Azucena Y Girasoles)
6. We'd Be Together
7. Quien Dijo?
8. El Sol En Leo
9. Sube
10. Si No Llega A Manana (Que No Cierre El Club)
11. Si Tu Supieras (Mara)
12. Los Revolucionarios
13. Escriba Y Lea Con Las Tubular Bells
14. I Want You (She's So Heavy)

Interactivo - Cubanos por el mundo (2010)


Il gruppo Interactivo, sabato 6 marzo 2010, ha presentato al Teatro di Miramar de L'Avana, in un grande concerto unico di fronte a migliaia di persone, il loro ultimo album intitolato “Cubanos por el mundo”, omaggio a tutti i cubani in ogni parte del mondo.
Interactivo nacque nel 2001, diventanto in poco tempo, l'espressione musicale più interessante della musica contemporanea fusion cubana, raccogliendo nel suo stile jazz, pop, musica ballabile, ecc.
Non si tratta di una band formalmente costituita, ma di un gruppo formato da musicisti che hanno le proprie carriere individuali, e per i quali Interactivo rappresenta la possibilità di esprimere liberamente la creatività musicale. Leader del gruppo è il pianista e arrangiatore Roberto Carcasses, uno dei musicisti che negli ultimi anni più sta influenzando la musica cubana di fusion, in una ricerca creativa e dai risultati riconosciuti.
Invitati in quest'album sono Santiago Feliú, Francis del Río y Descemer.
Nel 2005 uscì il primo disco di Interactivo, intitolato "Goza pepillo", che fu subito un successo e fu premiato con il Gran Premio Cubadisco 2006, insieme al disco “Cancionero cubano” del consacrado maestro Chucho Valdés.

I temi del disco sono:

01 - Tocando mientras (Roberto Carcasses)
02 - Chica buena (Roberto Carcasses/Francis del Río/Julio Padrón)
03 - Chiqui chaca (Cadaver Exquisito) (Yusa/Domingo Candelario Acosta) 
04 - Que ya no hay amor (Francis del Río/Ana Paula Otero/Paula Daniela Rodríguez)
05 - Samba de los cotuntos (William Vivanco)
06 - Que no pare el pare (Roberto Carcasses)
07 - Rumba contigo (David Torrens)
08 - Salí de mi casa un día (Francis del Río)
09 - Para alegrarte el corazón (Roberto Carcasses)
10 - Cubanos por el mundo (Roberto Carcasses)
11 - Lluvia de sentimiento (Roberto Carcasses/Descemer Bueno/Santiago Feliú)

lunedì 20 settembre 2010

AA.VV. - Salsa, a musical history 4CD (2010)


Il nostro blog si occupa principalmente di musica cubana, ma in questo caso non possiamo esimerci dal commentare quest'opera, due DVD, quattro CD, "Salsa, a musical history", prodotto dalla celebre storica etichetta FANIA.
Si tratta di una collezione di quello che ha rappresentato il movimento latino newyorkese e nordamericano in genere, da cui è scaturito il boom commerciale della musica latina nel mondo e da dove nasce il termine "salsa".
A Cuba hanno criticato pesantemente quello che loro ritenevano la snaturizzazione del son cubano, ma si sa, il commercio prima di tutto, ed alla fine anche Cuba si è dovuta piegare al concetto commerciale dinnanzi a quello musicale.
Apparte tutte queste chiacchiere, i dischi contengono temi memorabili, fatti da artisti leggendari, da ascoltare tutti più volte e farsi contagiare dal virtuosismo dei musicisti, chiudere gli occhi ed immaginarsi della New York degli anni sessanta.


DISC 1: The Roots Of Salsa 1960-1971

1. Sono Sono – Alegre All Stars – (featuring Cheo Feliciano)
2. Fania – Su Nuevo Tumbao/Johnny Pacheco
3. Bochinchosa – Joe Cuba Sextet
4. Son Con Guaguanco – Celia Cruz
5. Azucar – Eddie Palmieri
6. Corta El Bonche – Santos Colon/Tito Puente
7. Cabo E – Ricardo Ray/Bobby Cruz
8. La Soledad – Cortijo Y Su Combo Con Ismael Rivera
9. Campanero – Willie Rosario
10. Tu Eres Mi Coco – Bobby Valentin
11. Me Gusta El Son – Fania All-Stars/Monguito
12. Borinquen – Hector Lavoe/Willie Colon
13. Puro Teatro – La Lupe
14. Mirame De Frente – Ray Barretto
15. Vamonos Pa’l Monte – Eddie Palmieri


DISC 2: The Golden Years, Part 1

1. Estrellas De Fania – Fania All-Stars
2. Anacaona – Cheo Feliciano
3. Dulce Con Dulce – Pete Rodriguez/Johnny Pacheco
4. Aguzate – Ricardo Ray/Bobby Cruz
5. La Revolucion – Orquestra Harlow
6. Salsa Y Sabor – Tito Puente
7. Avisale A Mi Contrario – Roberto Roena
8. La Loteria – Andy Harlow
9. Pa Bravo Yo – Justo Betancourt
10. Asi Se Compone Un Son – Ismael Miranda
11. La Hija De Lola – Charlie Palmieri
12. Nunca Contigo – Eddie Palmieri
13. Calle Luna Calle Sol – Hector Lavoe/Willie Colon
14. Indestructible – Ray Barretto
15. Quimbara – Johnny Pacheco/Celia Cruz


DISC 3: The Golden Years, Part 2

1. La Cartera – Orquestra Harlow
2. Plante Bandera – Tommy Olivencia
3. Guarare – Ray Barretto
4. Periodico De Ayer – Hector Lavoe
5. Sonaremos El Tambo – Tipica 73
6. Catalina La O – Pete Rodriguez
7. Mi Desengano – Roberto Roena
8. Boranda – Sonora Poncena
9. Plastico – Ruben Blades/Willie Colon
10. Me Tienes Loco – Ismael Rivera
11. Cancion De Las Canciones – Roberto Roena
12. Toma Mis Manos – Willie Colon
13. Siempre Sera – The Lebron Brothers
14. La Fama – Hector Lavoe


DISC 4: Salsa Moderna

1. Yo No Soy Juguete – Ismael Miranda
2. Me Voy Pa Moron – Fania All-Stars/Hector Lavoe
3. Sola Vaya – Sonora Poncena
4. Ritmo En El Corazon – Ray Barretto/Celia Cruz
5. Ven Devorame Otra Vez – Lalo Rodriguez
6. La Cura – Frankie Ruiz
7. Juguete De Nadie – Luisito Ayala/Puerto Rican Power
8. Detalles – Oscar D’Leon
9. Mi Primera Rumba – Eddie Palmieri/La India
10. No Vale La Pena – Johnny Rivera/Ray Sepulveda
11. Lluvia – Eddie Santiago
12. La Hora Que Me Llamen Voy, A – Jose Alberto
13. Aqui El Que Baila Gana – Fania All-Stars/Andy Montanez
14. Por Mujeres Como Tu – Tito Rojas

venerdì 17 settembre 2010

Cesar Lopez y Habana Ensemble - Contrastes (2010)


Virtuosismo, originalità e soprattutto desiderio di creare un progetto musicale di alto contenuto estetico, sono le qualità che distinguono a Cesar Lopez, ma il fatto che canti anche, costituisce qualcosa di totalmente nuovo. L'album contiene dieci temi e interpreta canzoni di Pablo Milanes, Adolfo Guzman, Joao Donato, John Coltrane. Arrangiato da Alexis Bosch, Emilio Martiní, José R. Varona e lo stesso Cesar, è una delle altre garanzie di qualità.
Negli ultimi anni della sua vita professionale, Cesar Lopez, si è affermato come un autentico talento, il più ricercato per le collaborazioni e concerti nell'anno 2003, ed ha condiviso il palco con artisti del calibro di: Víctor Manuel, Danny Rivera, Tito Puente, Chucho Valdes, Pablo Milanes, Compay Segundo, Spiro Gira, Sting, Herbie Hancock, Diego el Cigal, Marcos Miller e Richard Egües.

I temi del disco sono:

1.- MÚSICA Y PALABRAS (Comienzo) (César López)
2.- LAZY BIRD (John Coltrane)
3.- ¿ENTONCES QUÉ TAL? (Joao Donato)
4.- PROFECÍA (Adolfo Guzmán)
5.- COMIENZO Y FINAL DE UNA VERDE MAÑANA (Pablo Milanés)
6.- CARAVANA (Juan Tizol y Duke Ellington)
7.- OCASO (C. Estrada)
8.- EL TÍO (A la memoria de Carlos Fernández)(César López)
9.- MALA OPINIÓN (César López)
10.- MÚSICA Y PALABRAS (Despedida) (César López)
Producción musical: César López y Alexis Bosch
Grabación: Eduardo Pérez y José Raúl Varona
Mezcla: José R. Varona, Alexis Bosch, Emilio Martiní y César López
Masterización: Rafael Strobosch
Producción ejecutiva: Alberto Salazar
Fotografía: Iván Soca
Diseño: Lizbett Villegas y Reynerio Tamayo

Andy Gola y Colé Colé - A bailar.com (2010)


Esce il quarto album di questo esperto musicista cubano e la sua orchestra, dopo "Live in Havana" (1997), "En Colombia" (1999) e "Traigo lo que te gusta" (2007), con questa nuova produzione hanno l'intenzione di sfondare in Europa, dopo i numerosi successi dal vivo in sudamerica.

La copertina del disco dovrebbe essere questa :


I temi del disco sono:

01 - A Fiestar!
02 - Bien Rico
03 - Dejate de abuso
04 - Los Cubanos bailan Reggaeton
05 - Malditos celos
06 - Controlate el vacilon
07 - Traigo lo que te gusta
08 - La Chica del Swing
09 - La maranita
10 - Yo tengo lo que a ti te conviene

mercoledì 8 settembre 2010

Contrabando - Abriendo caminos (2010)



Dopo il primo album "En mi Habana" del 2007, questo è la seconda produzione dell'orchestra diretta dall'ex trombettista di Pupy y los que Son Son, Klimax e Enrique Álvarez y su charanga latina, Andrés "El Paisa" Fernández Ordoñez (il quale ho conosciuto personalmente), da lui fondata una volta in Belgio. Invitati speciali José "Pepito" Gómez e Marc Bishoff. Con un repertorio proprio il gruppo riesce a fondere con grande eleganza timba, bachata, salsa, jazz, bomba portoricana e altri ritmi latini. Peccato che abbia lasciato Cuba.

Tutti i brani sono ascoltabili, come per gli altri dischi qui recensiti, nella mia pagina di Reverbnation (sopra trovate il link).

Integranti

cantanti:
Fernando Blanco Moya
Renato Mora Espinosa
Victor Pedroso Martinez
Daniel Lopez Montejo
basso:
Dennis Nicles Cobas
Piano:
Thomas
Chitarra elettrica:
Humberto Gonzáles
Trombe:
Ruben Hernández
Sassofoni e tastiere:
Ruben Valle
Congas,bongoes e percussione minore:
Amel Serra
Batteria e timbales:
Leonid Henández
Guiro:
Seabastian Peña Ortiz
Tromboni:
Andrés Fernández Ordoñez "el paisa"
Invitati:
José "Pepito" Gomez
Marc Bichott(tastiere 6,8)


Temi:

01. Mi orquesta(timba-son)
02. The Crazy Mambo (Mambo-chá)
03. Mi turno (timba-son)
04. Solo un beso (meren-songo)
05. Confianza (timba-son)
06. Siempre tú (bachata)
07. El frutero (timba-son)
08. Poco a poco (timba-son)
09. Siempre tú (timba-son)
10. Toca la clave (latin-jazz)
11. Mentiras (timba-son)
12. Dejame Entrar (timba-son)

Sitio oficial Contrabando: www.grupo-contrabando.com

martedì 7 settembre 2010

Yulien Oviedo y Blad MC – Los Exterminadores (2010)


E' impossibile parlare di musica cubana senza includervi il reggaeton. Se andate a Cuba sicuramente molti dei temi di quest'album li ascolterete nelle discoteche, nei locali notturni e un pò ovunque per le strade.

1.Intro

2.Sal de Arriba de mi
3.Donde esta la chica
4.Dale lo que lleva
5.Yo Soy Asi (Ft. El Micha)
6.Conceptos
7.La Habana es Mia (Ft. Los 4)
8.Esto no es pa que lo bailen (Ft. Yakarta)9.No Me Llames
10.Soy un MP3
11.Sacala
12.Yo Soy Asi (Ft. Jorge Junior)

sabato 4 settembre 2010

Moise Gonzalez - Relatos (2010)


Cantante, compositore, produttore musicale e percussionista, Moises Gonzalez è un
famoso musicista delle Isole Canarie, che ha collaborato ai principali progetti
dell'arcipelago, oltre ad aver collaborato con artisti del calibro di Olga
Guillot, Lucho Gatica, ecc. Ha lavorato per anni con la band "Son Iya",
partecipando a numerosi eventi internazionali di salsa. Nel 2008 ha intrapreso la
carriera solista con l'album "Archipielago", e da poche settimane ha presentato
questo nuovo disco, registrato tra Miami e Tenerife, e che contiene le
collaborazioni di Ángel Arce, Edwar Madariaga, Robert Vilera e Alberto Barros. Il
disco propone una interessante fusione tra musica popolare cubana ed il pop
latino.


01. DE CANARIAS A LA HABANA
02. PA QUE VUELVAS
03. QUE DIFICIL ES
04. ROSA MARIA
05. ESTANDO CONTIGO
06. NADIE DEBE NADA
07. QUISIERA PODER
08. CUANDO TU NO ESTAS
09. SENDEROS DE LA PALMA
10. SENDEROS DE LA PALMA (POP ROCK)

giovedì 2 settembre 2010

Adalberto Alvarez - Que suene el son caballero (2010) 2 DVD + 1 CD


Adalberto ci meraviglia con una confezione di lusso, due dvd ed un cd per festeggiare i 35 anni dell' orchestra del "Caballero del son". Invitati Omara Portuondo, Frank Fernández, Digna Guerra e il Coro nacional de Cuba, Zenaida Armenteros, Maria Victoria, Enrique Alvarez, Dorgeris Alvarez, Brayan Alvarez, Kevin Perez Alvarez, Orquesta del Conservatorio “Alejandro Garcia Caturla”, la Compagnía di Ballo di Santiago Alfonso, Conjunto Folklorico Nacional, Gruppo Folklorico Rumbatá, Gruppo Gigantería e il gruppo Danzario “Arlequín” di Camaguey.


DVD 1.

- Concerto “Que Suene el Son caballero”
- Making of del Concierto
- Karaoke con los Hits de Adalberto Álvarez

DVD 2.

- Documental “Son para un Sonero”
- Videos musicales
- Galerías de fotos
- Partituras
- Discografía.

CD.

01- A bailar el toca toca
02- A Bayamo en coche
03- Cubanita para Brayan
04- Canción para mamá Rosa
05- Tu fiel trovador
06- Presentación de
07- Para bailar casino
08- Un pariente en el campo
09- Dale como es
10- Lección de amor
11- Cierre de Concierto
12- Zapateo por derecho
13- Deja la mala noche
14- Homenaje al Caballero
15- Y que tú quieres que te den

mercoledì 1 settembre 2010

Baby Lores - Mas (2010)


Esce il tanto atteso album del baby del reggaeton cubano, con tantissime collaborazioni di grandi artisti come Pablo Milanes, Omara Portuondo, Orishas, El Micha, Alexander Abreu, Pancho Amat, José Luis Cortes.

01. De Princesa a Plebeya (Feat. Alain Daniel)
02. Dime Qué Más (Feat. Roldán de Orishas Y Omara Portuondo)
03. Tuve un Sueño
04. Un Gato Herio (Feat. El Micha)
05. El Primer Amor (Feat. Pablo Milanés)
06. Mira Que Fiestón (Feat. Alexander Abreu, Pancho Amat, José Luis Cortés)
07. Tu No Me Engañas
08. Se Soltò El Perro (Feat. Ilicito)
09. Tu Por Ahi, Yo Por Allá
10. Cásate Conmigo
11. Como Y Cuando Fué
12. Ya No Hacemos El Amor
13. A La Pelotica
14. Un Besito En la Boca (Ni Mucho, Ni Poco) (Feat. El Micha)
15. Dime Qué Más (Feat. Feat. Roldán de Orishas, Alexander Abreu)

Share